Blog Tour

Blog Tour “The First Boy” di Cristiano Pedrini – Quattro chiacchiere con Cristiano

 

Readers il blog partecipa al Blog Tour dedicato a The First Boy di Cristiano Pedrini. Abbiamo avuto l’onore di ospitare l’autore, scorrete l’articolo per scoprire di cosa abbiamo parlato!

 

 

Titolo: The first boy
Autore: Cristiano Pedrini
Data pubblicazione: 23 Settembre 2019
Editore: Self Publishing
Genere: Narrativa
Link Amazon
https://www.amazon.it/first-boy-Cristiano-Pedrini-ebook/dp/B07YBJX3NZ/ref=sr_1_1%3F__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=2MBNWM1M4JNT4&keywords=cristiano+pedrini&qid=1571506773&sprefix=Cristiano+%252Caps%252C246&sr=8-1

Trama
Sono lieto di vedere che siamo diversi. Che insieme si possa diventare più grandi della somma di entrambi.
Leonard Nimoy

Christopher Lowen è stato accettato per uno stage negli uffici della Casa Bianca. Mai avrebbe immaginato che, per un suo progetto, potesse ottenere il permesso di entrare nel famoso Studio Ovale. È talmente meravigliato ed euforico che neanche si rende conto della presenza del Presidente degli Stati Uniti d’America, Lawrence Layton.
Il Presidente è subito colpito dall’intelligenza e dalla spontaneità di Christopher, tanto da ascoltarne i consigli. Da quel momento il ragazzo inizia ad attirare sempre di più le attenzioni di Lawrence e allo stesso tempo il risentimento del suo staff. Come è riuscito infatti, da appena arrivato, a manipolare il Presidente tanto da renderlo giorno dopo giorno più debole agli occhi del popolo americano? Amareggiato e spaventato, Christopher vorrebbe andarsene. Ma riuscirà ad abbandonare Lawrence, proprio quando ha iniziato a capire di ricambiare i suoi sentimenti?
Christopher dovrà imparare ad affrontare le proprie paure, anche se questo dovesse significare di scontrarsi con il mondo intero. Ma se l’amore è in grado di piegare l’uomo più forte del mondo, ben presto Christopher e Lawrence comprenderanno come questa debolezza possa diventare l’arma più potente e miracolosa che possono mostrare al mondo.

 


 

Intervista

 

1. Chi è Cristiano Pedrini nella vita reale?
Cristiano è un bibliotecario della provincia di Bergamo, amante degli anime, appassionato di storia, gattofilo e cioccolatomane mai pentito

 

 

2. Come nasce la tua passione per la scrittura?
I primi ricordi risalgono alla scuola elementare dove attendevo con ansia l’ora del tema e odiavo quella di matematica. Ricordo che la mia maestra, di nome Wanda, soleva dire a mia mamma di farmi scrivere come e quanto volevo… forse aveva ragione.

 

 

3. Chi ti ha ispirato “The First boy”?
Sai, un giorno mi trovavo alla stazione di Parma, in attesa del treno per far ritorno a casa dopo la presentazione di un mio romanzo. Ricordo che sentii all’altoparlante una pubblicità… “Che lavoro fa il tuo fidanzato?”… Non so perché ma la mia mente rispose a quella domanda proseguendo con “Nulla di particolare…è solo l’uomo più potente del mondo!” Fu così che “The first boy” iniziò la sua avventura.

 

 

4. Com’è nato il personaggio di Christopher?

Christopher si è evoluto da sé fin dalle prime pagine. In origine avevo pensato ad un ragazzo sicuro e determinato, che voleva farsi strada nella vita con le sue sole forze. In qualche modo è ancora la stessa persona, ma mi accorsi presto che in quel luogo, l’ala ovest della Casa Bianca, avrei solo introdotto l’ennesimo personaggio fin troppo sicuro di sé. Christopher è un ragazzo nato e cresciuto nel Montana, poco avvezzo ad intrighi e manovre politiche, così decisi che avrebbe dovuto essere molto più spaesato e incerto sulle sue possibilità e solo con il passare del tempo avrebbe imparato ad accettare il ruolo che il Presidente Layton gli riconosce.

 

 

5. Invece come nasce il personaggio di Lawrence?
Qui, invece non ho avuto dubbi. Volevo mostrare un Presidente che non nasconde il suo essere dietro la sua importante carica, mostrarsi con le mille sfumature dell’animo umano. Capace? Si, certo… Pronto a sfidare certe logiche e il perbenismo? Esatto… e quando troverà quello che davvero cerca non esiterà non solo ad accettarlo, ma a non volersene separare.

 

 

6. Il tutto si svolge a La Casa Bianca.  È un luogo che ti ha sempre affascinato? 

Sono un amante della storia, europea ed americana in particolare e quando decisi di scrivere il romanzo ho trovato l’occasione per raccontare qualcosa di quello che avevo letto in tanti anni. Ricercare e scoprire piccole particolarità sul luogo in cui decido di far nascere la storia è incredibilmente emozionante, credetemi.

 

 

7. Ci sono canzoni o un’intera colonna sonora che ti hanno aiutato durante la stesura del romanzo?
Non esattamente… ascolto di tutto, ma senza crearmi vere colonne sonore.

 

 

8. C’è qualche aneddoto divertente legato alla stesura di “The First Boy”?
Beh, uno sicuramente e riguarda il prestavolto del protagonista. Contrariamente al solito inizia a scriverlo senza avere una idea chiara di chi, tra i miei amici modelli dovesse interpretarlo. Poi, un giorno, vendendo lo shooting fatto da uno di loro con un amico fotografo fu “amore a prima vista”… avevo trovato il volto perfetto per il mio Christopher!

 

 

9. Descrivi il romanzo in tre parole

Una favola moderna…

 

 

10. Perché i lettori dovrebbero leggere questo tuo romanzo?
The first boy è una favola, che mostra i mille volti dell’America, forse la sua forza più grande. Un paese nato sulle differenze alle quali la storia rimanda nei suoi molti messaggi.

 

 

Cristiano ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato.
Grazie a voi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.