Recensione,  Review Party

Recensione “Black Trace – Amore e misero a Savannah” di Catherine BC

 

Readers oggi vi presentiamo il nuovo romanzo di Catherine BC uscito il 01 marzo 2022, scorrete l’articolo per scoprire cosa ne pensa Carmelinda di Black Trace – Amore e misero a Savanna.

 

 

Titolo: Black Trace – Amore e misero a Savannah

Autore: Catherine BC

Data di pubblicazione: 01 marzo 2022

Editore: Self publishing

Genere: Romance suspense

Pagine: 106

Formato: eBook €2,00 – Cartaceo €12,00

Link Amazon: https://www.amazon.it/Black-Trace-Amore-mistero-Savannah-ebook/dp/B09T53TMSM/ref

Trama

Colton Tyson è uno scrittore afroamericano che ha raggiunto un successo insperato col suo romanzo d’esordio, ma che ora sembra aver perso l’ispirazione. Donna O’Connor è una ragazza di origini irlandesi che sta ultimando i suoi studi con una tesi sullo spiritismo degli schiavi americani. Che cosa li lega? Savannah, l’energia misteriosa che la città emana, i suoi fantasmi e i riti voodoo. Tutto un universo che sembra prendere vita dopo il tramonto che affascina Donna e spaventa Colton. Un viaggio nel lontano passato, attraverso la spiritualità che trasuda da ogni angolo, li porterà a delle scoperte sconcertanti che daranno slancio al lavoro di entrambi e al loro rapporto, facendoli avvicinare. L’amore, infatti, rimane da sempre il più potente dei misteri.

 

 

Ciao Readers!

Oggi vi porto nella magica città di Savannah, in Georgia, attraverso gli occhi di Donna e Colton i protagonisti di Black Trace – Amore e mistero a Savannah, il nuovo romanzo di Catherine BC.

Colton è uno scrittore afroamericano che ha raggiunto il successo con il suo romanzo d’esordio “Vivere e morire a Savannah”, però dopo due anni circa la sua ispirazione ha iniziato a vacillare, bloccando l’autore. Così suo agente Heath decide di mandarlo in vacanza nel posto dove è tutto iniziato: Savannah. Ed è qui che il nostro giovane farà la conoscenza di Donna O’Connor, una giovane studentessa dai fluenti capelli rossi e grandi occhi verdi.

 

 

 

 

La magia di quella città esisteva davvero e a volte la si poteva percepire in modo tangibile. Era qualcosa di potente, che ne sapeva avvolgere ogni angolo. La mia unica paura era quella di farmi travolgere da quella forza che sembrava irragiarsi perfino dal terreno stesso.

 

 

 

 

Donna è una ragazza di origini irlandesi e proveniente dalla Florida, ultima di cinque figli. Studia a Savannah e la sua tesi tratta di spiritualismo degli schiavi neri. Come spesso la definisce Connor, è molto empatica ed è un libro aperto, è come se captasse qualcunque cosa ancor prima che la gente parli. Crede nella magia e nella spiritualità e la città di Savannah è l’unico luogo dove farai travolgere dall’energia che emana. Connor e Donna si trovano lì, improvvisamente, immersi nella magia e nella spiritualità della città che pian piano li fa avvicinare sempre più. Una scoperta e un viaggio nel passato piomberà nelle loro vite, qualcosa che li farà ricredere… Cosa succederà ai nostri protagonisti? Quale viaggio aspetta loro?

 

 

 

 

Come poteva Colton non essere in grado di vedere oltre questo aspetto d’ombra continuando ad amare la città alla luce del sole? Invece, non vedeva l’ora di andarsene ad Atlanta, lontano dal cottage e da me.

 

 

 

 

Readers mi fermo qui, dovete essere voi a scoprire della magia di Savannah!

Black Trace è stata per me una bella avventura nel mondo della spiritualità, della magia e un bel viaggio nella città di Savannah. Attraverso le descrizioni di Catherine, ho davvero pensato di esserci anche io insieme a Colton e Donna, come se avessi vissuto l’intera storia con loro. E questo è merito della elegante e fluida penna della nostra autrice, in quanto riesce a farti immergere completamente nella lettura.

I due protagonisti, così diversi tra loro, con i loro battibecchi alternati a momenti seri, di suspense e romantici, ci regalano una visione più ampia di tutta la magia presente nel romanzo stesso, il tutto ovviamente condizionato dalla magia e dai misteri che la città evoca. La storia ha poco più di cento pagine, ed io l’ho letteralmente divorato in pochissimo tempo questo grazie alla penna di Catherine, come ho già detto poco prima.

🌟🌟🌟🌟🌟

Al romanzo do CINQUE stelle e complimenti alla nostra autrice!

 

 

 

 

Donna mi aveva in pugno, anche se ancora non ne aveva consapevolezza. Avevo deciso di fidarmi di lei in modo genuino e spontaneo, come non mi accadeva da tanto, troppo tempo.

 

 

 

 

 

Alla prossima lettura

Un bacio, Carmelinda.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.