Recensione

Recensione “Nessuno mi può giudicare” di Paola Chiozza

 

Readers la nostra Carmelinda ha letto il romanzo di Paola Chiozza, uscito lo scorso 20 febbraio 2021 in self publishing. Scorrete l’articolo per scoprire cosa ne pensa di Nessuno mi può giudicare.

 

 

Titolo: Nessuno mi può giudicare

Autore: Paola Chiozza

Data di pubblicazione: 20 febbraio 2021

Editore: Self publishing

Genere: Commedia romantica

Pagine: 417

Link Amazon: https://www.amazon.it/Nessuno-pu%C3%B2-giudicare-Paola-Chiozza-ebook/dp/B08X3XG2KN/ref

Trama

Dicono che quando smetti di cercarli, gli uomini iniziano a bussare alla tua porta.

È proprio quello che succede a Sienna Nolan, trent’anni appena compiuti e una carriera in ascesa nel mondo del giornalismo. Non cercava un ragazzo, ma solo una promozione… invece si ritrova improvvisamente disoccupata, in crisi esistenziale e con due corteggiatori di troppo.

Quando la direttrice della rivista le offre la possibilità di scrivere un ultimo articolo, Sienna non ha dubbi: farà qualsiasi cosa per riavere il suo lavoro.

Anche sfruttare la sua assurda situazione sentimentale e usare due uomini come cavie per un’inchiesta sulla differenza d’età nelle coppie.

L’imbarazzo della scelta non è solo un modo di dire. Sienna è in imbarazzo davvero perché, be’… non ha una relazione decente dai tempi della scoperta della ruota!

Come ci si comporta con un uomo di dieci anni più grande? E con un ragazzo di dieci anni più giovane?

Brandon ha quarant’anni ed è un medico di successo, con un’interminabile fila di donne in sala d’aspetto. È normale che sembrino tutte pronte a spogliarsi, e non solo per farsi visitare?

Hunter invece è un ventenne sfacciato e malizioso, con troppi tatuaggi e troppo poco senso del pudore. Un bad boy da manuale che la desidera e non ha paura di dirlo. Un cliché vivente, se non fosse per quello che nasconde dietro le apparenze.

Sienna non è mai stata il tipo che tiene un piede in due scarpe, ma… ehi, siamo ragazze! Adoriamo le scarpe, e queste a lei piacciono davvero un sacco.

Divertimento, nessuna complicazione sentimentale e un solo obiettivo: riprendersi il posto in redazione.

Ma cosa succede se l’amore ti prende alla sprovvista? Se ti fa dimenticare che doveva essere tutto un gioco?

Un casino.

Ecco.

 

“Du gust is megl che uan…”

Perché accontentarsi di un solo ragazzo quando puoi averne due?

 

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

 

 

 

Hola Readers, bentrovati!

Oggi vi parlo di Nessuno mi può giudicare, la commedia romantica scritta da Paola Chiozza.

La nostra protagonista è Sienna Nolan, una frizzante trentenne sull’orlo del licenziamento, anche se si tratta di una giornalista molto apprezzata nel suo campo. Per non perdere il suo posto e per ricevere la sua tanto amata promozione, fa il possibile per scrivere un articolo esclusivo, mettendo se stessa in prima persona. Cosa potrà mai succedere nell’incontrare due uomini contemporaneamente? Con la differenza che con entrambi ci sono almeno dieci anni di differenza.

Il primo di questi è Brandon, un ginecologo di quarant’anni, super sexy e molto apprezzato dalle sue clienti.

 

 

 

 

Il cuore mi batte all’impazzata perché ho la pressione bassa, non c’entra il fatto che ci sia un uomo elegante,ricco e sexy di fronte a me.

 

 

 

 

Il secondo uomo si tratta di Hunter, un ragazzo poco più che ventenne e, all’apparenza, un bad boy tatuato e tentatore.

Sienna si ripromette più volte che si tratta solo di un esperimento, che non c’è niente di male nel divertirsi e che in un mese sarà tutto finito, ognuno per la propria strada. Ma non si rende conto che i sentimenti pian piano inizieranno a prendere il sopravvento e, quello che credeva una semplice infatuazione, diventerà qualcosa di forte. Forte come può essere solo l’amore.

Cosa potrà mai succedere in quel caso?

Riuscirà la nostra Sienna a risolvere il suo grande problema?

 

 

 

 

Forse posso mentire a Poppy, ma non a me stessa: le stupide avance si Hunter hanno ringalluzzito il mio ego, e devo proprio trovare un modo per giustificare il senso di calore alla bocca dello stomaco quando ripenso alle sue gambe intrecciate alle mie.

 

 

 

 

Readers come sapete non mi piace dilungarmi, quindi per evitare spoiler mi fermo qui.

Nessuno mi può giudicare è una leggera e divertente avventura, una lettura che mi ha regalato un perenne sorriso sulle labbra. Complice è anche lo stile di Paola, che con la sua penna ironica e allo stesso tempo elegante, ha reso la lettura davvero piacevole. Inoltre la cura dei dettagli, dell’ambientazione e degli stessi personaggi, mi ha fatta sentire parte del romanzo, facendomi vivere quasi in prima persona qualunque situazione.

Oltre a questo, Paola ha trattato un tema particolare: l’età in amore. Quindi readers, prima di chiudere, vi chiedo una cosa: l’età in amore è davvero importante?

🌟🌟🌟🌟

Al romanzo do QUATTRO stelle e complimenti alla nostra autrice!

 

 

 

 

La sua bocca è un problema e un rimedio. Non cercavo un uomo e non ne volevo uno mi facesse sentire così. Come se tutto avesse finalmente un senso. La pioggia comincia a scivolare su di noi, la sento colare sulle gambe e tra i capelli.

 

 

 

 

 

Readers alla prossima lettura

Un bacio, Carmelinda.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.